VAL GRANDE

La Val Grande si apre dietro l’abitato di Vezza, prosegue per oltre 20 km fino a giungere all’imponente ghiacciaio di Pietra Rossa (m. 3212) ed è percorsa dal torrente omonimo che, nei giorni di sole, scende formando pittoresche cascate dagli spruzzi multicolori.
Tale Valle deve il nome proprio alla sua estensione, infatti nei suoi confini si possono contare oltre 250 cascine che venivano utilizzate anticamente per l’alpeggio. Di queste è di rilievo storico l’architettura rurale tipica degli alpeggi alpini.
Inserita all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio è coperta in parte da foreste di larici e disseminata di laghetti e torbiere. Dal punto di vista naturalistico, soprattutto negli ultimi anni, è divenuta luogo privilegiato per i cervi che, durante la stagione degli amori fra settembre e ottobre, scorrazzano in lungo e in largo lungo i costoni erbosi, ma non mancano certo gli altri animali tipici della fauna alpina d’alta montagna, qui particolarmente protetta. In questa splendida valle, ricca di verdi pascoli, vasti cespuglietti e spumeggianti torrenti, è situato in località Plas de l’Asen (m. 2047) il Bivacco “Saverio Occhi”, tra i rododendri e gli ontani del pian di Pietra Rossa.

Facebook
Twitter
Instagram
Youtube